Le biblioteche di Fondazione Per Leggere rimangono chiuse al pubblico fino al 3 dicembre per disposizione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020.

ATTENZIONE! Le prenotazioni sono temporaneamente sospese a causa dell'emergenza sanitaria.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Autore "Crovi, Luca"

Trovati 21 documenti.

Storia del giallo italiano
0 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

Storia del giallo italiano / Luca Crovi

Marsilio, 2020

Abstract: Il fatto che la crime fiction in Italia non abbia mai subito cali di popolarità o di consenso si può considerare una prova del suo legame indissolubile col modo di raccontare e di raccontarsi nel Belpaese. Luca Crovi ne rilegge la storia da un punto di vista inedito, utilizzandola come sensore delle aspirazioni e delle paure, dei sogni e dei peggiori incubi di un'intera nazione. Il risultato è una cartografia dell'inferno del Novecento e del primo ventennio del Duemila, dalla Milano di Augusto De Angelis e Giorgio Scerbanenco, alla Roma di Giancarlo De Cataldo, dal boom degli anni Sessanta al grande successo di Andrea Camilleri, dai noir di Carlo Lucarelli, Massimo Carlotto, Antonio Manzini e Maurizio de Giovanni ai legal thriller di Gianrico Carofiglio, fino ai gialli con humour di Marco Malvaldi e Francesco Recami, passando per i thriller di Giorgio Faletti e Donato Carrisi. Costruendo un percorso avvincente attraverso successi editoriali e repêchage di autori, più o meno noti, che hanno lasciato un segno nel panorama italiano e internazionale, Crovi mette in rilievo differenze e analogie fra trame e personaggi, ambientazioni e schemi narrativi del giallo, il «frutto rosso sangue della nostra epoca». Davanti a un universo narrativo che parla dei lettori e ai lettori, terrorizza e affascina nello stesso tempo perché sembra esorcizzare, con il rigore razionale di un'indagine brillante e intuitiva, la paura dell'ignoto, non si può fare a meno di chiedersi: è forse un caso che in tempi di feroce incertezza, come quelli che stiamo vivendo, il giallo sia ancora il genere più amato dagli italiani?

L'ultima canzone del Naviglio
4 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

L'ultima canzone del Naviglio / Luca Crovi

Rizzoli, 2020

Abstract: Gennaio 1929. Mentre il Generale Inverno assedia Milano e la avvolge di bianco, il pugno di ferro della milizia fascista cala sulla città che sta cambiando da un giorno all'altro. Automobili invadono le strade, vicoli cedono il posto ai boulevard e il Naviglio interno soccombe sotto le nuove coperture in pietra. Ma non tutti piegano il capo. Alla Scala Arturo Toscanini si rifiuta di eseguire gli inni al re e al duce convinto di dover suonare ben altra musica. Nei vecchi quartieri i "bravi ragazzi" della mala meneghina rispondono agli sgherri di Mussolini. E nella questura di piazza San Fedele il commissario Carlo De Vincenzi non si lascia ingannare da chi vuole depistarlo. Una donna è stata trovata cadavere davanti alla Colonna del Diavolo, vicino alla basilica di Sant'Ambrogio, e il caso rischia di compromettere alcuni membri del Partito. La successiva morte di un barcaiolo, che sta trasportando un ultimo carico di carta verso il Tombon de San Marc, prima dell'interramento del Naviglio, sembra a tutti un incidente. Ma non a De Vincenzi, e nemmeno ai malnatt della ligéra che della gran Milan conoscono l'anima e la lingua segreta. Dopo "L'ombra del campione", Luca Crovi rimette in scena un'icona del giallo italiano, il celebre poliziotto creato da Augusto De Angelis tra i Trenta e i Quaranta, componendo il canto del cigno di un mondo al tramonto, di una variopinta umanità che affrontava la vita con coraggio e sbeffeggiava il potere con una risata.

L'ultima canzone del Naviglio
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca

L'ultima canzone del Naviglio

BUR, 04/02/2020

Abstract: NERO RIZZOLI è la BUSSOLA DEL NOIR FIRMATA RIZZOLI.Gennaio 1929. Mentre il Generale Inverno assedia Milano e la avvolge di bianco, il pugno di ferro della milizia fascista cala sulla città che sta cambiando da un giorno all'altro. Automobili invadono le strade, vicoli cedono il posto ai boulevard e il Naviglio interno soccombe sotto le nuove coperture in pietra. Ma non tutti piegano il capo. Alla Scala Arturo Toscanini si rifiuta di eseguire gli inni al re e al duce convinto di dover suonare ben altra musica. Nei vecchi quartieri i "bravi ragazzi" della mala meneghina rispondono agli sgherri di Mussolini. E nella questura di piazza San Fedele il commissario Carlo De Vincenzi non si lascia ingannare da chi vuole depistarlo. Una donna è stata trovata cadavere davanti alla Colonna del Diavolo, vicino alla basilica di Sant'Ambrogio, e il caso rischia di compromettere alcuni membri del Partito. La successiva morte di un barcaiolo, che sta trasportando un ultimo carico di carta verso il Tombon de San Marc, prima dell'interramento del Naviglio, sembra a tutti un incidente. Ma non a De Vincenzi, e nemmeno ai malnatt della ligéra che della gran Milan conoscono l'anima e la lingua segreta. Dopo L'ombra del campione, Luca Crovi rimette in scena un'icona del giallo italiano, il celebre poliziotto creato da Augusto De Angelis tra i Trenta e i Quaranta, componendo il canto del cigno di un mondo al tramonto, di una variopinta umanità che affrontava la vita con coraggio e sbeffeggiava il potere con una risata.

Storia del giallo italiano
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca

Storia del giallo italiano

Marsilio, 03/09/2020

Abstract: Il giallo è il genere letterario in cui più di tutti si rispecchiano desideri nascosti e paure inconfessabili di una società. Analizzandone il percorso, che cosa è possibile capire delle vicende passate e presenti del nostro paese? Esiste una "grammatica minima" specifica per il giallo tricolore? Dalla voce critica più autorevole in materia, un appassionante viaggio attraverso trame, autori e personaggiche diventa il romanzo di una nazione.Il fatto che la crime fiction in Italia non abbia mai subito cali di popolarità o di consenso si può considerare una prova del suo legame indissolubile col modo di raccontare e di raccontarsi nel Belpaese. Luca Crovi ne rilegge la storia da un punto di vista inedito, utilizzandola come sensore delle aspirazioni e delle paure, dei sogni e dei peggiori incubi di un'intera nazione. Il risultato è una brillante cartografia dell'inferno del Novecento e del primo ventennio del Duemila, dalla Milano di Augusto De Angelis e Giorgio Scerbanenco, alla Roma di Giancarlo De Cataldo, dal boom degli anni Sessanta al grande successo di Andrea Camilleri, dai noir di Carlo Lucarelli, Massimo Carlotto, Antonio Manzini e Maurizio de Giovanni ai legal thriller di Gianrico Carofiglio, fino ai gialli con humour di Marco Malvaldi e Francesco Recami, passando per i thriller di Giorgio Faletti e Donato Carrisi. Costruendo un percorso avvincente attraverso successi editoriali e repêchage di autori, più o meno noti, che hanno lasciato un segno nel panorama italiano e internazionale, Crovi mette in rilievo differenze e analogie fra trame e personaggi, ambientazioni e schemi narrativi del giallo, il "frutto rosso sangue della nostra epoca". Davanti a un universo narrativo che parla dei lettori e ai lettori, terrorizza e affascina nello stesso tempo perché sembra esorcizzare, con il rigore razionale di un'indagine brillante e intuitiva, la paura dell'ignoto, non si può fare a meno di chiedersi: è forse un caso che in tempi di feroce incertezza, come quelli che stiamo vivendo, il giallo sia ancora il genere più amato dagli italiani?

La storia del giallo in 50 investigatori
0 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

La storia del giallo in 50 investigatori / Luca Crovi ; illustrazioni di Angelo Montanari

Centuria, 2019

Draghi, dirigibili e mongolfiere. C'era una volta a Milano
5 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

Draghi, dirigibili e mongolfiere. C'era una volta a Milano / Luca Crovi, Paolo Barbieri

Oligo, 2019

Giallo al cabaret
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca - Crovi, Luca

Giallo al cabaret

Solferino, 10/11/2019

Abstract: Un rapimento misterioso riporta a galla volti e vicissitudini di un Refettorio in disarmo. Una vera e propria strage, dai contorni misteriosi, sconvolge il Teatro della Memoria. Un delitto amletico porta al culmine una tragedia di odi e amori, in una compagnia al Teatro dell'Elfo. Un cadavere nel cortile conclude come un macabro scherzo una serata alla Salumeria della Musica. Un mucchietto d'ossa riemerge nel sottotetto dello Zelig, a turbare i sonni di una giovane e bella commissaria. Nei luoghi mitici dello spettacolo e del cabaret milanese va in scena il mistero e gli inquirenti – quelli ufficiali e quelli ufficiosi – cercando la verità troveranno molto altro: ambizioni, successi, eccessi, sconfitte, tradimenti. E una storia grande più di loro, più di tutti: la disordinata epopea di un mondo che affrontava un presente traballante e un futuro incerto armato di un'affilatissima risata.Quest'antologia è un caleidoscopico racconto in cinque atti (più uno) firmati da maestri della suspense, dello spettacolo e della musica come Gigio Alberti, Lorenzo Beccati, Elena e Michela Martignoni, Claudio Sanfilippo e Gino Vignali. Con l'attenta regia di Luca Crovi, gli autori e le autrici rendono omaggio a un'epoca d'oro di Milano e dei suoi palcoscenici, tessendo nelle trame avvincenti dei loro gialli il filo d'oro del ricordo.

9788817103886
0 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

L'ombra del campione / Luca Crovi

Rizzoli, 2018

Abstract: C'era una volta la Milano della ligéra, la città popolata dai contrabbandieri, dai maestri del borseggio e dagli artisti dello scasso: balordi intenti in malefatte più che in misfatti, persi nell'eterno "guardie e ladri" con i "ghisa" e la "madama". Corre l'anno 1928 e da Roma Benito Mussolini, duce del fascismo, dichiara guerra ai duri meneghini. Intanto, nella regia questura in piazza San Fedele è di stanza un poliziotto che legge Platone e va pazzo per la cassoeula. Lo chiamano il "poeta del crimine". Nelle spire della scighera, la spessa bruma che punge i visi e gela i cuori, torna il commissario Carlo De Vincenzi, già protagonista dei gialli di culto firmati, a cavallo tra i Trenta e i Quaranta, dallo scrittore Augusto De Angelis. Al poliziotto tocca fare i conti con l'anima più profonda della Capitale morale: quella che trema ai boati di bombe attribuite agli anarchici e sogna dietro alle magie del suo Peppìn, l'eroe dell'Ambrosiana, registrato all'anagrafe col nome di Meazza Giuseppe. Sarà il commissario a svelare i misteri che aleggiano intorno alla vita del campione, mentre dovrà vedersela con i piccoli, grandi enigmi di una malavita stracotta come la busecca e romantica come un riflesso al tramonto sull'acqua dei Navigli.

L'ombra del campione
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca

L'ombra del campione

Rizzoli, 28/08/2018

Abstract: NERO RIZZOLI È LA BUSSOLA DEL NOIR FIRMATA RIZZOLI. C'era una volta la Milano della ligéra, la città popolata dai contrabbandieri, dai maestri del borseggio e dagli artisti dello scasso: balordi intenti in malefatte più che in misfatti, persi nell'eterno "guardie e ladri" con i "ghisa" e la "madama". Corre l'anno 1928 e da Roma Benito Mussolini, duce del fascismo, dichiara guerra ai duri meneghini. Intanto, nella regia questura in piazza San Fedele è di stanza un poliziotto che legge Platone e va pazzo per la cassoeula. Lo chiamano il "poeta del crimine". Nelle spire della scighera, la spessa bruma che punge i visi e gela i cuori, torna il commissario Carlo De Vincenzi, già protagonista dei gialli di culto firmati, a cavallo tra i Trenta e i Quaranta, dallo scrittore Augusto De Angelis. Al poliziotto tocca fare i conti con l'anima più profonda della Capitale morale: quella che trema ai boati di bombe attribuite agli anarchici e sogna dietro alle magie del suo Peppìn, l'eroe dell'Ambrosiana, registrato all'anagrafe col nome di Meazza Giuseppe. Sarà il commissario a svelare i misteri che aleggiano intorno alla vita del campione, mentre dovrà vedersela con i piccoli, grandi enigmi di una malavita stracotta come la busecca e romantica come un riflesso al tramonto sull'acqua dei Navigli. Con questa sofisticata commedia noir, Luca Crovi esegue un dribbling magistrale celebrando una leggenda del genere, un'icona dello sport più amato dagli italiani e il fascino di una Milano smarrita nella nebbia del passato.

Gli uomini in grigio / Giorgio Scerbanenco ; con la prefazione di Cecilia Scerbanenco e una nota di Luca Crovi ; illustrazioni di Peppo Bianchessi
0 0
Libri Moderni

Scerbanenco, Giorgio

Gli uomini in grigio / Giorgio Scerbanenco ; con la prefazione di Cecilia Scerbanenco e una nota di Luca Crovi ; illustrazioni di Peppo Bianchessi

Rizzoli, 2016

Rizzoli narrativa

Abstract: La Casa della Luce è un orfanotrofio fondato dalla ricca e munifica vedova di guerra Lele Varre, in cui i bambini sono seguiti dai premurosi insegnanti Luigi Boca e Miss Rumble. Quando un fantomatico Signor X intenzionato a mettere le mani sulle sue ricchezze comincia a ricattarla, la Signora Varre è costretta a chiudere la Casa e si ritrova in giro per mezza Europa braccata dai misteriosi Uomini in Grigio, un'organizzazione che fa capo al Signor X. Ad aiutare la vedova è il piccolo Mario, uno dei trovatelli dell'orfanotrofio, carissimo alla donna, e destinato a finire insieme a lei in un vortice di avventure, inganni e camuffamenti, fino al colpo di scena finale. Pubblicato a puntate nel 1935 sulla rivista pe r ragazzi Il NoveIlno, Gli uomini in grigio è in assoluto il primo romanzo di Giorgio Scerbanenco, scritto per i lettori più giovani ma imperdibile per tutti i cultori del noir e per i fedelissimi del grande maestro. Con un intervento di Cecilia Scerbanenco, la postfazione di Luca Crovi e le illustrazioni di Peppo Bianchessi.

Il cuore nero delle donne. Otto storie di assassine
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca

Il cuore nero delle donne. Otto storie di assassine

Guanda, 05/03/2015

Abstract: L'altra faccia della passione è la furia. Pericolosissima è quella femminile, scatenata dalla gelosia, dalla disillusione, dalla sete di vendetta, sfociata in alcuni degli omicidi più efferati della storia del crimine: dall'antichità classica, in cui nobili mogli d'eroi come Clitemnestra o popolane come l'avvelenatrice romana Locusta tessevano intrighi densi di odio e potere, fino al Novecento in cui celebri amanti tradite, come Pia Bellentani e Rina Fort, nutrirono di incubi l'immaginario di un pubblico già allora assetato di atrocità. Otto tra le migliori noiriste italiane si cimentano con le signore belle e mortali che il tempo ha consegnato al mito, tra cui Lucrezia Borgia, la Monaca di Monza, la Contessa Tiepolo, la Saponificatrice di Correggio. Carnefici che furono anche vittime, ritratte senza assoluzione né condanna in racconti appassionati che ci fanno entrare nella loro vicenda umana, nella loro epoca storica, nella loro mente. Come scrive il curatore Luca Crovi, ognuno di essi è "una storia esemplare che parla della femminilità", di quel mistero capace di dare la vita come di toglierla. Altro che "piccole donne", le donne in realtà sono grandi: nel bene e nel male.

Noir : istruzioni per l'uso / Luca Crovi
0 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

Noir : istruzioni per l'uso / Luca Crovi

Garzanti, 2013

Saggi - Garzanti

Abstract: Una guida alla letteratura di genere, con gli autori migliori e i loro libri più appassionanti. Luca Crovi, che ha conosciuto e intervistato molti dei maestri del giallo, del thriller, dell'horror, ha raccolto in queste pagine le loro testimonianze e le ha montate in una mappa folgorante. Una serie di incontri ravvicinati con i grandi maestri della scrittura contemporanea. Arthur Conan Doyle racconta i limiti di Sherlock Holmes. Gilberth K. Chesterton e Augusto De Angelis disquisiscono della poetica del giallo. Bertolt Brecht e Friederich Dürrenmatt svelano i segreti di un buon noir. Ken Follett mette a nudo la sua anima blues. Patricia Cornwell confessa i suoi sogni di bambina. Patricia Highsmith sottolinea che non sempre basta una buona storia. P.D. James rivela la sua predilezione per i luoghi del delitto. Carlo Lucarelli viene interrogato dal Commissario De Luca. Giorgio Scerbanenco ricorda di avere scritto dappertutto. Agatha Christie confessa che amava lavorare prima in profumate vasche da bagno e poi in alberghi di quart'ordine. Alfred Hitchcock ammette di non saper leggere ma solo filmare...

Cuore di tigre : quattordici tigrotti sulle tracce di Emilio Salgari / a cura di Luca Crovi e Claudio Gallo
0 0
Libri Moderni

Cuore di tigre : quattordici tigrotti sulle tracce di Emilio Salgari / a cura di Luca Crovi e Claudio Gallo

Piemme, 2013

Piemme Open

Abstract: Nell'anno in cui si celebra il 150mo anniversario della nascita di Emilio Salgari 14 scrittori italiani accettano la sfida di misurarsi con i personaggi e le ambientazioni create dal maestro della letteratura d'avventura. Questa la lista dei tigrotti coinvolti nell'abbordaggio letterario: Sergio Altieri delinea i nuovi misteri della Jungla Nera attraverso il personaggio di Sudoyama. Tullio Avoledo fa viaggiare nel tempo Yanez e Sandokan. Pino Cacucci reinventa la Capitana del Yucatan. Piero Colaprico narra l'ultima avventura del cacciatore di tigri Tremal Naik. Alfredo Colitto riporta in scena il Corsaro Nero. Luca Di Fulvio raccontala vera storia dell'avventuriero italiano che ispirò il personaggio di Yanez. Carlo Lucarelli racconta il lato umano e positivo del Rajah di Sarawak. Marco Malvaldi ritrae i protagonisti de La scimitarra di giada mentre giocano a carte in una lurida locanda. Mino Milani e Massimo Carlotto si misurano con il western e le storie di Frontiera. Simone Sarasso fa scampare al suicidio Emilio Salgari e lo spedisce nella nostra epoca accompagnato da Kabir Bedi. Marcello Simoni fa tornare a navigare la Folgore. I Wu Ming riportano in scena capitan Testa di Pietra durante le guerre anglo americane. Guest star d'eccezione lo stesso Emilio Salgari di cui viene proposto il promo originale racconto, I Selvaggi della Papuasia, pubblicato a soli vent'anni.

Cuore di tigre. Quattordici tigrotti sulle tracce di Emilio Salgari
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca - Gallo, Claudio - Crovi Luca - Gallo Claudio

Cuore di tigre. Quattordici tigrotti sulle tracce di Emilio Salgari

Piemme, 12/02/2013

Abstract: Questa antologia è un omaggio sentito da parte di un gruppo di amici che ha avuto nel tempo un legame speciale con le storie di Emilio Salgari. Quattordici coraggiosi tigrotti che hanno deciso di ripercorrere le strade dell'immaginario tracciato dallo scrittore veronese nell'anno in cui si celebra il centocinquantesimo anniversario della nascita del Padre degli Eroi. Quattordici scrittori italiani che hanno scelto di intraprendere l'impresa, scegliendo generi letterari diversi come l'avventura, la fantascienza, il western, il noir, il racconto di formazione. La ciurma che compone il nostro equipaggio comprende in ordine di apparizione: Marcello Simoni, Alfredo Colitto, Pino Cacucci, Wu Ming 5, Marco Malvaldi, Carlo Lucarelli, Massimo Carlotto, Mino Milani, Piero Colaprico, Tullio Avoledo, Marco Buticchi, Simone Sarasso, Alan D. Altieri, Luca Di Fulvio e un fratello della costa come Valerio Evangelisti.

Noir. Istruzioni per l'uso
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crovi, Luca

Noir. Istruzioni per l'uso

Garzanti, 31/01/2013

Abstract: Nella nuova edizione di questo vero e proprio atlante del delitto, Luca Crovi ha arricchito la sua galleria di ulteriori formidabili gioielli, tra i quali, solo per citarne alcuni, le interviste a Scott Turow, Lee Child, Stephen King e molti, molti altri ancora.Perché la morte di Edgar Allan Poe è ancor oggi un mistero? Perché Agatha Christie si autodefiniva una "fabbrica di salsicce"? Quali erano i difetti che Arthur Conan Doyle imputava al suo Sherlock Holmes? Cosa ne pensava dell'ispirazione Giorgio Scerbanenco? Perché Derek Raymond aspirava a una metafisica del noir e Raymond Chandler sosteneva che il noir perfetto non poteva esistere? Che rapporto ebbe Alfred Hitchcock con la lettura? Cosa leggono e come scrivono i maestri del noir internazionale? Luca Crovi ci accompagna fra i segreti di alcuni degli scrittori di suspense più letti di tutti i tempi, mostrando il lato curioso della genesi di molti loro bestseller e proponendo interviste esclusive a oltre ottanta autori: da Michael Connelly a Ken Follett, Jeffery Deaver, William Gibson, Dennis Lehane, Patricia Cornwell, Kathy Reichs, Anne Rice, P.D. James, Michael Crichton, Jean-Christophe Grangè, Wilbur Smith, William Peter Blatty, R. L. Stine, James Ellroy, Don Winslow, Elmore Leonard, Joe R. Lansdale, Jo Nesbø, Nick Hornby… Regala così agli aspiranti autori un insuperabile manuale di scrittura e a tutti noi lettori curiosi un'antologia di ricordi illuminanti, confessioni a cuore aperto, inedite rivelazioni: imprevedibile come un thriller, appassionante come un noir.

Giallopanettone / Capobianchi [e altri] ; con un'introduzione di Luca Crovi
0 0
Libri Moderni

Giallopanettone / Capobianchi [e altri] ; con un'introduzione di Luca Crovi

Mondadori, 2012

Omnibus - Mondadori

Abstract: Nove storie gialle. Nove storie che ruotano attorno a un alimento, un ingrediente, una ricetta segreta. Gli autori dei racconti raccolti in questo volume ci conducono attraverso tutte le emozioni legate al cibo, all'arte di prepararlo, alla gioia di condividerlo, e al tempo stesso affondano con maestria la lama della narrazione in quella piccola crepa, in quello slittamento sinistro che spesso si accompagna al piacere dei sensi. Dagli Appennini dove si macella il maiale in brumose giornate invernali fino al lontano Sudamerica dove le piantagioni di caffè nascondono un segreto, da una lucente cipolla di Tropea a un calice di vino fruttato, ogni momento di questo banchetto letterario riserva ai commensali una sorpresa inquietante. In tutti e nove questi racconti la tensione si con-densa in un momento dell'anno molto speciale: il Natale, che con il suo carico di attese, desideri, sentimenti forti finisce spesso per spingere anche le persone più insospettabili a uscire dai binari della normalità. Pagine deliziosamente feroci, che trovano il loro suggello nelle parole di Wodehouse citate da Luca Crovi nella sua introduzione: atten-zione, perché il Natale ci azzannerà presto alla gola. Racconti di: Angela Capobianchi, Alfredo Colitto, Valeria Corciolani, Alessandro Defilippi, Marcello Fois, Francesco Guccini, Loriano Macchiavelli, Gianfranco Nerozzi, Marcello Simoni, Sandro Toni.

Noir d'autore
0 0
Libri Moderni

Noir d'autore

Bonelli, 2010

100 anni di fumetto italiano - Bonelli ; 19

Laggiù nel profondo / Joe R. Lansdale, Luca Crovi, Andrea Mutti
0 0
Libri Moderni

Lansdale, Joe R.

Laggiù nel profondo / Joe R. Lansdale, Luca Crovi, Andrea Mutti

BD, 2007

Alta fedeltà - BD

Abstract: I confini fra il nostro mondo e quello degli inferi sono stati abbattuti. E l'Apocalisse si sta avvicinando, preceduta da una nuova glaciazione e da una serie di catastrofi su scala planetaria. Soltanto un bizzarro gruppo di superuomini, accompagnati dall'anima del poeta Virgilio, può salvare l'umanità. Ma per farlo dovrà scendere laggiù, nel profondo. E rimettere Satana sul trono dell'inferno, da cui è stato spodestato da un'entità ancora più malvagia, crudele e pericolosa. Dal genio di Joe R. Lansdale, una dissacrante e avvincente avventura, raccontata in un fumetto e in un romanzo breve.

Arrivederci amore, ciao / Carlotto, Crovi, Mutti, Bussacchini
0 0
Libri Moderni

Arrivederci amore, ciao / Carlotto, Crovi, Mutti, Bussacchini

BD, 2004

Tutti i colori del giallo : il giallo italiano da De Marchi a Scerbanenco a Camilleri / Luca Crovi
0 0
Libri Moderni

Crovi, Luca

Tutti i colori del giallo : il giallo italiano da De Marchi a Scerbanenco a Camilleri / Luca Crovi

Marsilio, 2002

Gli specchi della memoria - Marsilio

Abstract: Per anni critici e scrittori hanno discusso sull'importanza più o meno rilevante del poliziesco nella letteratura italiana, e polemiche e discussioni non sembrano del tutto spente neppure oggi, nonostante i grandi successi in libreria di autori come Camilleri, Lucarelli, Ferrandino, Scerbanenco, e molti altri. In Italia il giallo è un genere che ha dimostrato di poter sopravvivere ai tempi e alle mode e che ha saputo arrivare direttamente al cuore di migliaia di lettori. Da De Marchi fino ad Ammanniti seguiamo la scia rosso sangue lasciata dai giallisti italiani e il successo di una produzione nazionale esuberante, nei romanzi, i fumetti, le serie televisive che hanno fatto il successo di un vero e proprio movimento letterario popolare.