Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Scirocco - Giulio Macaione

Il suo fumetto meglio riuscito. Storia intrigante, personaggi ben strutturati. È riuscito ad emozionarmi, a farmi ridere e a commuovermi. Complimenti all'autore. Libro consigliatissimo

Domani e per sempre - Ermal Meta

Penso che Ermal Meta sia un Uomo ed un artista meraviglioso, dotato di grande talento e di una sensibilità rara, visto più volte in concerto e ai meeting del fans club. Quindi la lettura del suo romanzo d'esordio per me era scontata. Che dire ? Chapeau ! Il romanzo racconta la storia dell'Albania dal '43 alla caduta del regime, attraverso le vicende personali del protagonista e dei singoli personaggi. La narrazione è molto cruda, spesso la violenza è insopportabile ma è sempre accompagnata dalla luce della speranza anche nei momenti più bui e da bellissimi sentimenti di amore e amicizia. I due fils rouges della storia sono la musica e l'Amore, il protagonista è infatti un pianista.
Si vede che alla base della scrittura di questo romanzo c'è anche una accurata ricerca storica. Consigliatissimo !!!

Fine dei giochi - Allegra Gucci

Non discuto la vicenda umana che deve essere stata terribile. Però il libro non mi è piaciuto, mi aspettavo più sentimenti e ci ho trovato invece soltanto il pur comprensibile desiderio di rivalsa verso alcuni dei protagonisti della vicenda.

I predatori (tra noi) - Gianluigi Nuzzi

Ho dovuto interrompere la lettura. Troppo raccapricciante, troppa violenza su queste giovani donne, troppa perversione. Omuncoli che si credono onnipotenti e trattano le donne come oggetti anzi peggio. Purtroppo è tutto orribilmente vero, non ce l'ho proprio fatta...

All your perfects - Colleen Hoover

Bello. Mi è piaciuta molto la narrazione su due piani temporali presente e futuro e l'argomento trattato cioè l'infertilità della protagonista e come questa si ripercuota necessariamente sulla sua vita e sulla coppia. Un po' scontato l'happy end ma nella finzione del romanzo ci sta, purtroppo la vita vera è sovente ben diversa....

The bridge : il ponte dei suicidi / regia di Eric Steel

Colpo al cuore inatteso per questo documentario non tanto sul Golden Gate Bridge ma proprio sul suicidio. Fotografia eccezionale, nel 2004 un anno di riprese di 24 suicidi (3 dispersi) live da più angolazioni: blasfemo? qualcuno la chiama fotografia etica... Di certo fa riflettere e commuove per come i sopravvissuti (parenti, amici, sconosciuti casualmente presenti) hanno vissuto l'accaduto, tra rabbia, impotenza, compassione, incredulità e sollievo, certo, addirittura ammirazione per il coraggio dimostrato... Il ponte è magnetico, il tuffo è di 67 metri, 7 secondi a 190 km/h e c'è anche chi è sopravvissuto! Il mondo comunque sta diventando un cimitero di brutti ricordi, di tragedie, disastri, anche per gli angoli più belli, romantici e fotografati come questo.