Con Comunicazione Aumentativa e Alternativa (detta anche CAA) si indica un insieme di conoscenze, tecniche, strategie e tecnologie atte a semplificare ed incrementare la comunicazione nelle persone che hanno difficoltà ad usare i più comuni canali comunicativi, con particolare riguardo al linguaggio orale e alla scrittura.

I Widgit Literacy Symbols (abbreviato in WLS) (noti in precedenza come Rebus) sono una collezione di simboli elaborati in Gran Bretagna per scrivere testi. Oggi molto diffusi in Italia, presentano una grande ricchezza di linguaggio.

Per saperne di più: Wikipedia

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Alimentazione - Narrativa - Libri per bambini
× Data 2019
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Bellosi, Vania

Trovati 2 documenti.

Il pesciolino d'oro
0 0
Libri Moderni

Zucchini, Laura - Bellosi, Vania

Il pesciolino d'oro : comunicazione aumentativa e alternativa / adattamento di Laura Zucchini, illustrato da Vania Bellosi

Homeless Book, 2017

Marcolino e la strega Cornelia in CAA : Comunicazione Aumentativa e Alternativa / una storia di Sauro Filippeschi, illustrata da Vania Bellosi
0 0
Libri Moderni

Filippeschi, Sauro

Marcolino e la strega Cornelia in CAA : Comunicazione Aumentativa e Alternativa / una storia di Sauro Filippeschi, illustrata da Vania Bellosi

Homeless book : Fare Leggere Tutti, 2017

Abstract: Pubblicato in occasione del ventennale dell'Associazione di volontariato Cornelia De Lange. E se fosse in realtà una strega dispettosa a rendere difficile la vita ai bimbi affetti da malattie rare? Una fattucchiera astuta e solitaria che, con incantesimi e sortilegi sempre nuovi, mette continuamente i bastoni tra le ruote a queste malcapitate famiglie e ai loro piccolini. Ma la strega Cornelia non avrà l'ultima parola, perché è proprio nelle continue prove da superare che mamme, babbi e figli trovano energie nuove, inedite strategie e un rinnovato amore. Saranno i buoni incontri a far nascere quella rete di relazioni che renderanno Marcolino e la sua famiglia «quasi» invincibili di fronte a questa grande prova: la sindrome di Cornelia de Lange.